Fed: tutti pronti a ridurre ulteriormente i tassi – ING

0 Comments

Il motivo principale per cui non credo sia urgente tagliare i tassi è perché l’economia è ancora fondamentalmente solida, afferma Bernard Baumohl, capo economista globale di The Economic Outlook Group. Il taglio dei tassi in un tale ambiente potrebbe essere negativo per il sentimento delle imprese e delle famiglie se interpretato come un segnale che l’economia potrebbe essere in condizioni peggiori di quanto si pensi. Global X SuperDividend ETF DIV USA I tassi in calo porteranno la spinta degli investitori verso rendimenti più elevati, aumentando così l’interesse per gli investimenti in dividendi. Il tasso di riferimento più basso non si è tradotto in una maggiore crescita del credito. I tassi in aumento hanno l’effetto opposto. Con le aspettative che il tasso sui fondi della Federal Reserve statunitense scenderà entro il 2020, l’oro è diventato abbastanza interessante ”, ha dichiarato Rob Carnell, capo economista e capo della ricerca per l’Asia del Pacifico presso ING.

I mercati delle criptovalute hanno goduto di una buona giornata dopo che la Fed ha tagliato i tassi di interesse, poiché il Bitcoin è balzato del 4% e gli altri altcoin sono saliti all’unisono. Nonostante la violenta reazione dell’indice USD ai commenti di Powell, esiste ancora una discreta quantità di allentamento dei prezzi sui mercati. I mercati azionari statunitensi, che sono saliti a livelli record dopo la vittoria di Trump, sono leggermente diminuiti in seguito alla decisione, che era stata ampiamente prevista da commercianti ed economisti.

Mentre l’economia è cresciuta ad un ritmo rispettabile del 5% nell’ultimo trimestre, la crescita è ancora ben al di sotto degli obiettivi fissati dal presidente Joko Widodo per il 7% quando è entrato in carica tre anni fa. Un’economia indebolita e il crollo dei mercati azionari è una linea di attacco facile per uno sfidante democratico. Sì, certo, finché l’inflazione rimane sotto controllo e sembra che lo sia. L’inflazione dovrebbe mostrare un secondo mese di decelerazione, poiché gli effetti di base e i prezzi degli alimenti stabili continuano a mordere, ha dichiarato Nicholas Antonio T. Mapa, economista senior di ING Bank N.V. Manila, in una e-mail. Con il suo rimbalzo e il rallentamento della crescita economica a un ritmo relativamente stabile, la BCE ha gradualmente rimosso gli stimoli per combattere le crisi da mesi.

La Banca d’Inghilterra si riunirà dopo e l’MPC dovrebbe mantenere i tassi di interesse in sospeso. Le banche commerciali hanno già iniziato a limitare il credito a fronte del calo della produzione industriale e delle esportazioni. La banca centrale americana ha anche previsto tre ulteriori aumenti dei tassi nel 2017, in aumento rispetto alle precedenti aspettative di due rialzi dei tassi. La banca centrale potrebbe scegliere di modificare altre misure per fornire stimolo all’economia senza ridurre il tasso di interesse di riferimento. La Banca centrale europea (BCE) ha lasciato invariati i tassi di interesse di riferimento giovedì, con i politici che probabilmente sostengono che l’economia regionale sia abbastanza solida da assorbire capacità inutilizzata e generare inflazione.

Sembra molto lontano dal doppio mandato della banca di massimizzare l’occupazione e stabilizzare i prezzi, non è un problema. Il mese scorso, la banca centrale della Nuova Zelanda ha tagliato per la prima volta il suo tasso di interesse di riferimento in due anni e mezzo. Come riportato da Reuters, i nuovi prestiti avranno un tasso variabile legato alla principale operazione di rifinanziamento della BCE, attualmente fissata a zero. Secondo il rapporto, mentre la banca centrale degli Stati Uniti non è disposta a effettuare un taglio maggiore di 50 punti base, in futuro potrebbe fare ulteriori tagli ai tassi, dato il timore di un declino della crescita economica globale e di incertezza sul commercio. In seguito alla riunione della Fed di mercoledì, dove ha lasciato invariati i tassi di interesse ma ha aperto le porte a un possibile taglio dei tassi in futuro, il rendimento del Tesoro a 10 anni è anche sceso al di sotto del 2% per la prima volta da novembre 2016, violando un importante livello psicologico.