RBA rivedrà le sue previsioni sul PIL a breve termine inferiori – TD Securities

0 Comments

Le previsioni si basano sull’attuale livello spot dell’AUD. Si noti che le nostre aspettative sono per previsioni invariate (utilizzando il punto intermedio per il range) per il 2018 e il 2019. Le previsioni centrali della Banca per l’economia australiana rimangono per la ripresa della crescita, ha dichiarato il governatore della RBA Philip Lowe dopo l’incontro politico della banca a maggio.

Tre mesi fa, prevedeva che l’inflazione di fondo sarebbe salita al 2% entro la fine del 2018, ma ora prevede che non accadrà fino alla metà del 2019. Un decennio dopo i fallimenti della tripla A dell’era dei subprime, l’inflazione di grado è tornato a Wall Street. Ciononostante, si prevede che il margine aumenterà lentamente, ma permangono molte incertezze sulla rapidità con cui i salari crescono. Tuttavia, si prevede che riprenderà la sua deriva verso l’alto, raggiungendo il limite inferiore della fascia target di inflazione del 2-3 per cento della RBA entro giugno 2019. Allo stesso tempo, non sembra che salirà al di sopra dell’obiettivo della RBA di 2 per centesimo fino alla fine di quell’anno, ha detto la banca. L’inflazione core e primaria dovrebbe ora essere coerente con tale intervallo.

Con l’economia che mantiene un sottile margine di errore, le discussioni sui rischi di recessione sono state riaccese. Per quanto riguarda le misure chiave, l’economia australiana sembra aver bisogno di stimoli. L’economia australiana è stata colpita da un forte calo del prezzo del minerale di ferro, la sua più grande esportazione, negli ultimi anni, mentre il dollaro australiano è rimasto elevato, trattenendo le esportazioni dalle industrie in ripresa al di fuori delle miniere. Sta lottando per uscire da un boom minerario decennale e ha sofferto mentre i prezzi delle principali esportazioni di materie prime carbone e minerale di ferro sono precipitati nell’ultimo anno.

Se le nostre aspettative sull’inflazione della RBA e le previsioni di crescita sono corrette, non ci saranno implicazioni per i mercati. Anche le aspettative della RBA sull’inflazione sono state leggermente ridotte. Tuttavia, le aspettative di investimento e di crescita in entrambi, Alberta e Saskatchewan, rimarranno sfidate, in parte a causa dei colli di bottiglia della pipeline.

Alcuni investitori avvertono che l’approccio ha incoraggiato un’epica abbuffata di debito che potrebbe mettere in pericolo la fine degli anni con tassi di interesse vicini allo zero. Laddove applicabile, dovrebbero ottenere una copia e considerare la dichiarazione di divulgazione del prodotto per quel prodotto (se presente) prima di prendere qualsiasi decisione. Inoltre, è improbabile che spostino la coppia Forex troppo avanti rispetto alla decisione sui tassi di interesse della Reserve Bank of Australia di martedì e al rapporto trimestrale sul PIL di mercoledì. Alcuni investitori valutari sono giunti alla conclusione che l’RBA stava segnalando la fine dei tagli ai tassi di interesse iniziati alla fine del 2011, che hanno dato nuovo slancio al dollaro australiano. Nel frattempo, ha indicato che livelli più elevati di investimenti nelle infrastrutture pubbliche stanno supportando l’economia, nonché la crescita delle esportazioni di risorse.

La crescita dell’occupazione dovrebbe essere modesta solo nei prossimi trimestri, in linea con la crescita dell’economia al ribasso ”, afferma. Di conseguenza, la crescita economica ha rallentato, mentre la disoccupazione è aumentata, lasciando la fiducia morbida e riluttante a investire nelle imprese. La forte crescita dei prezzi delle case a Sydney rimane sui radar della banca centrale, ma continua a diminuire il livello di preoccupazione per il potenziale di instabilità del mercato immobiliare, affermando che altri capitali stanno registrando guadagni molto più piccoli.

La crescita al di fuori del settore minerario dovrebbe rimanere al di sotto della tendenza durante il periodo di previsione ”, ha affermato l’RBA. Dall’ultima riunione, la crescita economica interna è rimasta, e rimarrà, al di sopra della tendenza, mentre il mercato del lavoro ha continuato a migliorare. Sui fattori di pull-up vi è una forte crescita della popolazione, aumento dell’occupazione e reddito solido.