Il dollaro australiano viene scambiato vicino ai massimi del 2020 a seguito di una reazione attenuata alla RBA

0 Comments

La caduta del dollaro australiano è dovuta a un possibile rialzo del tasso della Federal Reserve statunitense quest’anno? Se è così, il dollaro australiano si apprezzerà con l’aumento della Fed statunitense. Se non si tratta di un possibile aumento del tasso della Federal Reserve statunitense quest’anno, la caduta del dollaro australiano riflette lo stato di debolezza dell’economia australiana?

Un’economia in fase di indebolimento può far perdere valore a una valuta. Tuttavia, un’economia con tassi di interesse in calo ha l’effetto opposto, un rafforzamento del dollaro. Il calo del dollaro australiano riflette l’indebolimento della posizione commerciale dell’Australia e l’aumento dei costi di importazione. La posizione commerciale dell’Australia è stata influenzata dal rallentamento dell’economia globale, dal prezzo elevato del petrolio e dal calo dei prezzi delle materie prime. Le esportazioni australiane sono state influenzate dalla debole domanda globale per i loro beni, soprattutto quando l’Australia è stata colpita dalla crisi economica globale nell’ultima parte del 2020.

L’economia australiana continua a vacillare, con la disoccupazione ai massimi di tre anni. Inoltre, l’Australia ha subito un calo significativo dei prezzi delle materie prime, che ha portato a una riduzione del reddito disponibile interno.

Il rallentamento dell’economia in Australia ha ridotto la base monetaria del paese, l’offerta di moneta che costituisce l’offerta di moneta nazionale del paese. Nel caso dell’Australia, l’indebolimento dell’economia e una base monetaria più ridotta hanno anche ridotto il potenziale economico del paese affinché la politica monetaria influenzi le condizioni dell’economia. In quanto tale, la debolezza del dollaro australiano riflette la debolezza dell’economia australiana.

Uno dei possibili motivi per cui il dollaro australiano sta cadendo è a causa della debole posizione fiscale del governo. Si prevede che il deficit del governo australiano continuerà ad aumentare, esercitando ulteriori pressioni sul già travagliato sistema finanziario. Con il peso del debito del governo che continua a salire, è probabile che il governo tagli la spesa. Di conseguenza, il dollaro australiano potrebbe scendere ulteriormente e mantenere valori inferiori.

Un altro possibile motivo per cui il dollaro australiano sta cadendo è a causa della debole posizione delle esportazioni australiane. L’indebolimento della posizione commerciale dell’Australia ha causato una riduzione del potenziale economico dell’Australia, costringendo gli esportatori del paese a ricorrere a forme più costose di marketing per l’esportazione al fine di mantenere o mantenere la loro quota di mercato esistente nel mercato interno.

Di conseguenza, il dollaro australiano è sceso leggermente da quando la Federal Reserve statunitense ha alzato i tassi di interesse il mese scorso. Al contrario, il dollaro australiano ha continuato a salire dopo che la RBA ha annunciato che avrebbe aumentato il suo tasso di base all’inizio di questa settimana.

Tutti i fattori sopra menzionati suggeriscono che non c’è motivo per cui il dollaro australiano debba scendere ulteriormente. Infatti, se si prendono in considerazione i fattori di cui sopra, è più che probabile che il dollaro australiano continuerà ad aumentare di valore, data la sua forte forza di scambio di valuta da metà marzo 2020. Se le tendenze di cui sopra sono confermate, lo sarebbe significa anche che il dollaro australiano potrebbe raggiungere nuovi massimi in termini di forza commerciale prima della fine dell’anno. Ciò è dovuto al fatto che l’economia australiana è ancora sottosviluppata e sotto pressione nonostante i bassi tassi di interesse e il ritmo di crescita relativamente lento, che farà sì che l’economia si rafforzi e si rafforzi in futuro.

Tuttavia, quando si tratta dell’impatto dell’ultimo rialzo dei tassi di interesse sull’economia australiana, c’è ancora molta incertezza sulla situazione. Ad esempio, gli esperti non sono del tutto convinti se il rialzo dei tassi di interesse sia stata una mossa positiva o negativa per l’economia australiana. Da un lato, ci sono analisti che ritengono che l’aumento dei tassi di interesse sia stata una mossa negativa per l’economia australiana, soprattutto considerando il fatto che è stato innescato solo dalla crisi economica globale, che ha spinto molte persone a cercare opzioni migliori per finanziare il proprio esigenze economiche. sul mercato finanziario globale.

D’altra parte, ci sono esperti che sostengono che gli aumenti degli interessi siano stati una buona mossa per l’Australia, soprattutto se confrontati con gli ultimi anni di misure inflazionistiche, che hanno spinto le banche ad aumentare i tassi e inasprire le condizioni di prestito. su istituti finanziari e carte di credito. Dato che l’economia australiana è ancora nelle prime fasi di sviluppo, i tassi di interesse non sono fissati nella pietra ed è normale che le condizioni economiche del paese siano influenzate dalle condizioni economiche globali.

Pertanto, sebbene il governo australiano possa essere preoccupato per i prossimi aumenti dei tassi di interesse, gli analisti economici prevedono che le condizioni economiche della nazione si riprenderanno non appena verranno rilasciati i prossimi dati economici. Per il momento, l’impatto del rialzo dei tassi di interesse sull’economia australiana è ancora sconosciuto, dato che dipenderà in gran parte da come il governo gestisce l’attuale situazione finanziaria e da come sarà in grado di mantenere politiche fiscali stabili e bilanciare le risorse. Nel frattempo, con il Paese ancora in grave crisi